Panatta stronca Nadal: “Ma davvero lo fa?”

Adriano Panatta in un’intervista a Il Messaggero attacca Nadal: “Ma davvero lo fa?”.

Lunga intervista a Il Messaggero per Adriano Panatta. L’ex tennista sul quotidiano romano ha affrontato diversi temi iniziando da riti scaramantici di Nadal prima di iniziare il match.

Panatta e Nadal
Panatta critica in modo duro Nadal: ecco perché – Notizie.com – © Ansa

Lo spagnolo prima di entrare in campo si fa un doccia. “Io facevo inevitabilmente la pipì“, ha detto l’ex tennista. Poi Panatta ha affrontato altri argomenti e tra questi anche quando l’antagonismo può trasformarsi qualcosa in più raccontando qualche aneddoto dei suoi tempi: “Nel mio sport l’antagonismo è un confronto tra due persone. Non mi piace andare oltre. L’avversario va battuto solamente in campo e poi magari ci davo a cena. Quindi dico: bisogna essere competitivi, ma allo stesso tempo rispettare l’altro giocatore“.

Panatta: “Ecco cosa insegnano le regole del tennis”

Adriano Panatta
Panatta e le regole del tennis – Notizie.com – © Ansa

Adriano Panatta in questa intervista si è soffermato anche sugli insegnamenti delle regole del tennis: “Tutti gli sport insegnano a migliorarsi nella vita. Prima di tutto perché bisogna rispettare un regolamento. Qualsiasi attività sportiva senza avere delle regole precise sarebbe un caos, come la vita normale“.

E sullo studio della psicologia dell’avversario Panatta non ha dubbi: “Ha una grande importanza. Io con il linguaggio del corpo dell’altro giocatore riuscivo a capire se era in una fase di esaltazione oppure in difficoltà“.

Panatta su Sinner: “Abbiamo trovato un nuovo campione”

Panatta
Panatta parla del futuro di Jannik Sinner – Notizie.com – © Ansa

Non poteva mancare un passaggio anche su Sinner: “Non posso dire se abbiamo trovato un nuovo Panatta. Sono passati 50 anni e il tennis è cambiato molto, ma sicuramente l’Italia ha un nuovo campione“.

Per l’ex tennista Jannik è un giocatore completo e sicuramente uno dei più forti fra i giovani emergenti: “Ha un grande futuro davanti a lui“.

Panatta e le donne

Panatta ha parlato anche della sua nomea di latin lover: “Non le ho scelte tutte. La maggior parte mi sono capitate. Non sono mai stato uno impossibile, non ho mai messo una barriera tra me e loro. Anzi voglio dire una cosa: ci sono state delle donne che erano meno belle di altre, ma mi hanno incuriosito molto di più“.

Impostazioni privacy