Guardiola spiazza tutti a fine partita: “Sono distrutto”

Il tecnico del Manchester City, Pep Guardiola, ha spiazzato completamente tutti ai microfoni di ‘Sky Sport’ subito dopo la fine della partita 

Un Manchester City cinico. Semplicemente perfetto e che non ha concesso nulla agli avversari. Un netto 3-0 quello conquistato contro il Bayern Monaco di Thomas Tuchel. Ipotecate le semifinali della Champions League. Anche se guai a parlare con Pep Guardiola di impresa riuscita. Ed il motivo è fin troppo evidente: per il catalano (come giusto che sia) il suo motto è: “E’ finita si dice alla fine“. Un po’ come Sylvester Stallone in Rocky.

Guardiola ai microfoni di 'Sky Sport'
L’allenatore del Manchester City, Pep Guardiola (Foto LaPresse) Notizie.com

Anche se, ai microfoni di ‘Sky Sport‘, l’allenatore dei Citizens ha spiazzato un po’ tutti. Ovviamente con le sue dichiarazioni che non sono affatto passate inosservate ai più curiosi. Allo stesso tempo, però, mostra anche un bel po’ di soddisfazione in merito alla grande prova che i suoi ragazzi hanno messo in campo contro una delle favorite alla vittoria finale.

Nel primo tempo ci ha pensato Rodri, nella ripresa l’hanno chiusa prima Bernardo Silva e poi il solito Haaland. I bavaresi sono usciti con le ossa rotte. All’Allianz Arena servirà un vero e proprio miracolo. Nonostante giochino tra le mura amiche.

Guardiola a Sky: “Questa partita mi ha distrutto

Pep Guardiola sorride e scherza ai microfoni di ‘Sky’ e risponde divertito alle domande dei giornalisti e del pubblico in studio. Quando gli è stato chiesto se avesse festeggiato o meno il passaggio del turno con un bel bicchiere di vino italiano (una domanda posta non a caso con l’augurio che una big di A possa accedere in finale) la risposta non si è fatta attendere: “Ci vuole sempre un bicchiere di vino. Va bevuto sempre, non solo se dovessimo passare il turno“. Il tutto tra le risate da parte dei presenti.

Guardiola ai microfoni di 'Sky Sport'
L’allenatore del Manchester City, Pep Guardiola (Foto LaPresse) Notizie.com

In conferenza stampa, però, si sfoga e si lascia “andare”. Tanto da far capire che ha lavorato davvero tanto per preparare al meglio questa partita. A quanto pare, a livello psicologico, si è sentito particolarmente “distrutto”. Non solo: “Questo match mi ha distrutto, mi sento almeno dieci anni in più“. Appuntamento tra meno di una settimana per la sfida di ritorno. Ad accoglierli più di 50mila sostenitori bavaresi che saranno pronti ad incitare la loro squadra ed, allo stesso tempo, mettere in difficoltà i loro avversari .

 

Impostazioni privacy