La top ten delle città più amate dai turisti: non mancano le sorprese

Quali sono le città più amate dai turisti? A rispondere a questa domanda ci ha pensato Preply con un report interessante.

Dopo anni sicuramente non semplici a causa della pandemia, il turismo in Italia è ormai ripartito e sono diversi gli stranieri che negli ultimi mesi hanno deciso di venire nel nostro Paese per vedere tutte le bellezze.

Turismo Italia
Le città italiane più amate dai turisti – Notizie.com – © Ansa

Ma quali sono le città più amate da turisti? La risposta a questa domanda arriva direttamente da un report di Preply, celebre piattaforma per l’apprendimento delle lingue straniere. Come riportato da Leggo, la classifica tiene conto della percentuale delle recensioni positive per capire l’indice di gradimento di ogni luogo. E possiamo dire che ci sono delle sorprese.

La top ten delle città più amate dai turisti

Matera
Matera è la città più amata dai turisti – Notizie.com – © Ansa

In vetta a questa classifica troviamo Matera. Il capoluogo della Basilicata ha ricevuto 2mila recensioni e di queste oltre il 97% sono positive. A completare il podio Olbia e Napoli. La città sarda ha avuto poco più di mille commenti e il 97% sono positivi. Numeri completamente differenti per la città partenopea con 125mila recensioni e il 93,7% positive.

Ai piedi del podio troviamo un grande classico come Firenze. La città toscana continua ad essere una delle più amate dai turisti (290mila recensioni e 93,2% positive). Solo quinto posto, invece, per Roma che si ferma al 92,5% delle recensioni positive sulle 450mila totali.

A completare questa top ten troviamo Torino (105mila e 92%), Bologna (50mila e 91,7%), Venezia (91,7% delle recensioni positive), Milano (200mila e 91,4%) e Lecce (18mila e 91%).

Il turismo in Italia è ripartito

Turismo
In Italia il turismo è ripartito – Notizie.com – © Ansa

Numeri e recensioni destinati ad aumentare nelle prossime settimane. Il turismo, infatti, ormai in Italia è ripartito e la speranza è quella di poter registrare in futuro dei numeri sicuramente simili a quelli pre-pandemia anche se non sarà semplice.

La crisi economica, infatti, resta un macigno importante sul turismo e quindi il rischio è quello di una ripartenza più lenta del previsto. I dati di Pasqua sembrano dire completamente altro, ma si attende la prossima estate per avere un quadro più chiaro e capire anche se il turismo è realmente ripartito oppure si dovranno fare i conti con latri problemi.

Impostazioni privacy