Clamoroso Milan, quanto costano i (pochi) gol di Rebic e Origi

Il Milan ha il secondo miglior attacco del campionato, a pari merito con Atalanta e Inter e dietro al Napoli. Ma dietro a Giroud, i suoi cosiddetti vice, fanno molta fatica a trovare la via del gol. E i costi sono molto alti…

Pioli ha trovato una ricetta che permette al Milan di trovare la via della rete con un’ottima continuità. Lo testimonia il fatto che i rossoneri sono il secondo miglior attacco del campionato con 51 gol realizzati.

Rebic
Al Milan mancano i gol di Rebic – Notizie.com – © Ansa

La squadra ha un’identità chiara, ha idee e questo consente ai rossoneri di sopperire a un problema che, contro il Lecce, è tornato d’attualità. I vice Giroud fanno molta fatica a segnare, a essere incisivi sotto porta. È un dato piuttosto evidente. Contro i salentini, in assenza del francese, al suo posto ha giocato Ante Rebic con risultati piuttosto scadenti. Per fortuna del Milan c’era un Leao in stato di grazia. Ma ora, con le semifinali di Champions alle porte e lo sprint finale in campionato, la sensazione è che Giroud dovrà fare gli straordinari per garantire presenza e peso in mezza all’area di rigore avversaria. Del resto i numeri di Rebic e Origi sono sotto gli occhi di tutti. I due hanno messo insieme complessivamente 2.125 minuti: 1.140 il croato, 985 il belga. Rebic ha a referto 29 presenze, di cui undici da titolare.

Milan, quanto costano i gol di Rebic e Origi?

L’ex Liverpool, invece, può contare 30 apparizioni stagionali, di cui otto dal primo minuto. Tutte in campionato. Numeri che sono comunque rilevanti. Insomma, Rebic e Origi non hanno fatto le comparse. Eppure i numeri realizzativi sono da incubo. Già perché il croato ha segnato solo tre volte: due alla prima giornata contro l’Udinese, uno contro l’Empoli il primo ottobre, poi solo digiuno. Origi invece è fermo a due centri contro Monza e Sassuolo. Insieme, dunque, segnano un gol ogni 425 minuti. Cinque gol in due, troppo poco, soprattutto per due giocatori che hanno ingaggi molto pesanti. Un problema per Pioli, ma anche per la società che a giugno dovrà capire cosa fare con i due.

Origi
Ecco quanto costano i gol di Origi – Notizie.com – © Ansa

Rebic infatti guadagna 3,5 milioni annui, mentre Origi arriva a 4 milioni annui. La cifra lorda, smorzata dal Decreto Crescita, fa lievitare l’ingaggio di Rebic a 4,7 milioni, quello di Origi a 5,2. Dunque, ogni gol dei due attaccanti, il Milan l’ha fin qui pagato praticamente due milioni lordi. Un’enormità. Per questo il loro futuro è tutt’altro che scontato. 

Impostazioni privacy